Marche,  Medioevo,  Viaggi

Visitare il castello di Gradara con i bambini

Il nostro programma di studio ruota da sempre intorno alla Storia dell’Uomo, mio figlio ama conoscere i racconti di popoli e uomini antichi da quando era molto piccolo e questa passione lo accompagna da allora.

Il nostro percorso di studio quindi parte da un ripasso del Medioevo, una analisi attenta degli uso e costumi di un epoca considerata oscura. Il modo migliore per cominciare è perdersi in un castello e vedere con i propri occhi la grandezza di un momento storico che nel nostro Paese ha lasciato una traccia profonda.

La rocca di Gradara e l’annesso borgo fortificato, rappresentano una delle strutture medioevali meglio conservate in Italia, e visto che viviamo a pochi chilometri abbiamo organizzato una visita guidata per bambini. E’ stata un’esperienza magnifica, e vorremmo condividerla con voi!

visitare la rocca di gradara con i bambini

Storia della rocca di Gradara

La rocca di Gradara domina il territorio circostante dalla sommità di un colle, e fu proprio la sua posizione a garantirgli un ruolo strategico nel corso dei secoli. Il mastio fu costruito sul volere della famiglia nobiliare De Grifo di Pesaro nel XII secolo. Successivamente furono i Malatesta, signori di Rimini e Pesaro a trasformare la fortificazione militare in una piacevole residenza.

Il castello nonostante fosse molto elegante e raffinato restò sempre un importante avamposto militare e nel corso degli anni resistette a diversi assedi impegnativi. A succedere come signori del castello ai Malatesta furono gli Sforza, che nel 1463 conquistarono Gradara. Infine furono i Della Rovere gli ultimi signori del castello!

Visitare il castello di gradara con i bambini

Oggi il castello è ricordato non solo per la sua importante storia medioevale, ma soprattutto per il racconto d’amore tra Paolo e Francesca narrata da Dante Alighieri nella Divina Commedia.

Il sommo poeta incontra i due innamorati nel V canto dell’inferno, nel girone dei lussuriosi, condannati si alla dannazione eterna ma anche innalzati a simbolo di amore puro e incondizionato.

Il racconto d'amore tra Paolo e Francesca narrata da Dante Alighieri nella Divina Commedia.

I versi di Dante descrivono in modo commovente la passione tra i due giovani amanti: Francesca da Polenta sposò nel 1275 Giangiotto, il figlio minore di Malatesta da Verucchio signore di Gradara.

Francesca era spesso sola a causa delle prolungate assenze del marito, e iniziò presto a gradire le visite di Paolo, fratello di Giangiotto. Un giorno i due s’imbatterono nella lettura della storia di Lancillotto e Ginevra e, trasportati dalla passione divennero amanti. I due amanti vennero sorpresi dal marito di lei e entrambi trovarono la morte.

In memoria di questa storia struggente, il castello di Gradara è ancora oggi considerato la Rocca dell’amore!

Gradara: un tuffo nel medioevo

Gradara è un borgo davvero suggestivo da visitare e con una storia lunga e affascinante. E’ emozionante poter camminare lungo le mura e immaginare il rumore dei passi delle sentinelle che controllavano il perimetro del borgo. Il castello poi è da favola e ci si aspetta che da un momento all’altro possano comparire principesse e cavalieri!

visita guidata per bambini al castello di gradara

La nostra visita con i bambini è stata animata dalla presenza di un elegante dama di corte e di un giullare dispettoso. Inutile dire che i piccoli sono rimasti affascinati e hanno ascoltato estasiati le storie che i personaggi immedesimavano.

Le nostre guide in costume sono riuscite a coinvolgere i bambini in modo originale e divertente e allo stesso tempo, hanno arricchito la nostra visita a Gradara e al castello con dettagli storici e aneddoti significativi!

visita animata con il giullare al castello di Gradara

Il nostro ripasso del Medioevo parte da qui e trovo che, visitare musei e luoghi di cultura sia sempre importante per avvicinare i bambini alla storia del nostro Paese!

Informazioni pratiche

La rocca di Gradara organizza spesso visite animate per famiglie per maggiori informazioni visitate il sito www.roccadigradara.org.

Insieme alla visita al castello, ricordate inoltre di fare con i bambini un giro sui camminamenti di ronda e di visitare insieme il museo storico. Per maggiori informazioni sugli orari e potete contattare l’ufficio turistico oppure consultare il sito www.gradara.org

9 commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *