Emilia Romagna,  Stelle e pianeti,  Viaggi

Ostellato e il delta del Po: in natura con i bambini

Ho iniziato ad andare in tenda quando ho conosciuto mio marito, molti anni fa. Mi sono subito innamorata di questo tipo di vacanza, semplice e rudimentale ma a diretto contatto con la natura e l’essenza della vita. Oggi abbiamo un vecchio camper, scalcinato e affaticato, che nonostante tutto ci continua a far vivere tante emozionanti avventure con più agi e comodità della tenda.

Oggi vi raccontiamo di uno dei nostri luoghi speciali, in cui siamo tornati più volte e che abbiamo vissuto in famiglia ma anche con i nostri amici: Ostellato e il delta del Po.

Ostellato è vicino Comacchio, in provincia di Ferrara nella pianura Padana. Con i nostri amici campeggiatori abbiamo dormito all’interno dell’Oasi naturale delle anse vallive, un luogo surreale, paradisiaco e ci siamo davvero rilassati e divertiti con i nostri bambini.

L’oasi naturalistica di Ostellato è unica nel suo genere per la quantità e varietà di animali che la abitano, un grande bacino di acqua dolce ricco di vegetazione tipica come canneti, ninfee di diversi colori e giunchi. Sugli argini si trovano anche il salice bianco, il castagno d’acqua e il sambuco.

Cosa fare a Ostellato con i bambini?

La cosa più bella da fare in questa oasi con i bambini è sicuramente andare in bicicletta, osservando gli scorci sempre nuovi e affascinanti del delta del Po. E’ facile incontrare uccelli di ogni sorta, piccoli isolotti dove tante specie nidificano. Ci siamo rilassati sui prati curati dell’oasi naturale e abbiamo chiacchierato con i pescatori del posto, ci siamo dedicati al birdwatching ma abbiamo anche rincorso gruppi di papere per il solo gusto di vederle spiccare il volo. (ops, questo non dovevamo dirlo!)

In campeggio abbiamo anche goduto della compagnia di cari amici e in compagnia anche le piccole cose diventano più significative: preparare da mangiare insieme, condividere pomeriggi tra risate e ilarità mentre i bambini giocavano sotto i nostri occhi e parlare fino a notte fonda, nel silenzio della notte.

Se tutto questo non bastasse, abbiamo anche osservato il cielo insieme agli astrofili del gruppo Columbia e ci siamo ancora una volta meravigliati di quanto conosciamo poco le stelle, i pianeti e le la volta celeste che ogni sera è sopra le nostre teste.

Sono stati giorni all’insegna della semplicità e della condivisione, senza corrente elettrica ogni gadget elettronico era fuori uso, così grandi e bambini, genitori e figli abbiamo parlato, giocato e ci siamo rilassati.

Ho letto che la vera felicità è qualcosa di più profondo del semplice piacere o del momentaneo godimento di qualcosa, la vera felicità ha a che fare con l’apprezzamento e la gratitudine per quello che abbiamo. Le cose semplici che non costano nulla eppure ci riempiono di piacere e gioia.

In questi giorni abbiamo ammirato tramonti mozzafiato, ogni alba e ogni tramonto sono unici. Ogni giorno i colori del cielo cambiano per noi, un vero dono straordinario.


Ho deciso che a voglio imparare a guardare di più il cielo, soffermarmi sui colori e sulle tante cose per la quale devo essere grata ogni giorno, a prescindere dalle incertezze della vita.

Questo voglio portarmi a casa di Ostellato, la bellezza del vivere semplicemente.

8 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *