Classe terza,  Scienze,  Vulcani

Come fare un vulcano con i bambini

Ogni viaggio che facciamo in realtà non finisce nel momento in cui raggiungiamo la nostra meta, perché porta con sé nuovi stimoli, domande che continuano una volta tornati a casa.

Considero il viaggiare con i miei bambini molto importante dal punto di vista dell’apprendimento perché è un concentrato di stimoli e nuove nozioni che vanno a far parte del nostro nastro dei ricordi che rimarranno impressi a lungo

Acque termali e vulcani

A Chianciano Terme ci siamo concessi un fine settimana di relax, eppure siamo tornati a casa con un bagaglio ricche di esperienze uniche che tutti ci porteremo dentro. Pensare che i bambini possano imparare in una giornata trascorsa alle terme può sembrare strano, eppure ho visto i bambini giocare per ora con un piccolo mulinello che era ai margini della piscina, e così siamo finiti a parlare per molto tempo di cicloni e uragani.

terme e vulcani, spiegare ai bambini

Non solo, una tra le cose che maggiormente ha affascinato i miei figli sono state proprio le acque calde che sgorgano naturalmente a 38°C dalla terra. Oltre ad essere ristoranti queste acque sono salutari perché contengono importanti minerali per il nostro organismo.

Alcuni di questi minerali sono visibili, basta osservare con attenzione le incrostazioni che si formano al di fuori delle piscine, ebbene noi ci siamo incantati a osservare queste meravigliose formazioni calcaree!

Ci siamo chiesti come si formano, e perché. Abbiamo scoperto che le acque di Chianciano Terme nascono a oltre 120 m di profondità e hanno origine da vulcani estinti ma non morti di cui la Toscana è ricca. Tra questi il più famoso è il vulcano del monte Amiata che pur non essendo attivo, continua a essere bollente a circa 5-11 km al di sotto della superficie terrestre. L’acqua dal cielo penetra nelle profondità terrestre fino ad arrivare in falde acquifere che, vicino al magma si surriscaldano: da quest’ attività sotterranea nascono le falde calde e ricche di minerali che sgorgano naturalmente in queste piscine.

Abbiamo studiato i vulcani in passato e chiaramente dopo questo viaggio, mio figlio ha voluto far eruttare di nuovo il nostro vulcano in cartapesta che abbiamo realizzato tempo fa.

Come creare un vulcano che erutta!

Ho sempre trovato originale creare dei vulcani con la cartapesta con i bambini, perché vedere un vulcano costruito con le proprie mani eruttare non ha prezzo! Vi spieghiamo come fare.

Per creare il vulcano occorre:

  • una bottiglietta di plastica da 0.5l
  • dei fogli di giornale
  • della carta velina nera
  • colla vinilica
  • una base in cartone

mentre per far eruttare il vulcano, faremo una reazione chimica con i seguenti ingredienti:

  • aceto
  • bicarbonato
  • colorante alimentare rosso
studiare i vulcani con i bambini idee e consigli

Come prima cosa occorre fissate la bottiglia al centro della base in cartone con lo scotch di carta. Dopodiché con i fogli di giornali formate delle palline di carta di varie misure che andranno a riempire lo spazio di fianco alla bottiglia. Questo spazio va sagomato in modo irregolare a delineare le pendici di un vulcano, mentre la bocca della bottiglia sarà chiaramente la bocca del vulcano.

Una volta delineata la sagoma del vulcano potete usare la velina nera per ricoprire il tutto. Bagnate la carta velina in un mix di colla vinilica e acqua e passate più strati di carta nera, chiaramente tra uno strato e l’altro occorre attendere l’asciugatura.

come creare vulcano che erutta con i bambini

Il vulcano ora dovrebbe essere abbastanza resistente, quindi a questo punto potete rendere più verosimili le pendici: noi abbiamo scelto di verniciarle con la tempera grigia. Una volta asciutto è consigliabile passare più strati di colla vinilica diluita con acqua per rendere più resistente e duro il vulcano.

Come fare vulcano in cartapesta con i bambini

Concluso il diorama del vulcano, la parte più divertente è inscenare una vera eruzione. Mettete nella bottiglia di plastica con un imbuto dell’aceto con il colorante alimentare rosso. Quando siete pronti (e dopo aver protetto adeguatamente tavolo e pavimento) aggiungete il bicarbonato nella bottiglia: come per magia dal vostro vulcano verrà fuori tanta lava rossa.

I bambini resteranno senza parole!

         

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *