Libri,  Storia

Nella libreria di un homeschooler: La storia siamo noi e Di segni e Di scritture

Sono una lettrice atipica, non amo possedere i libri che leggo: per questo frequentiamo le biblioteche del nostro comune con con regolarità.

Devo ammettere però, che ci sono libri che bisogna assolutamente avere a casa, che devono far parte della nostra libreria, perché è interessante sfogliarli nel corso degli anni, inoltre devono essere a disposizione per essere letti e studiati quando serve e sospesi e ripresi in base al periodo.

Oggi vi parlo di due libri che ci sono piaciuti tantissimo e abbiamo regalato ai bambini! Si tratta di due libri che parlano della storia dell’uomo.

La storia siamo noi

Una tra le più grandi difficoltà quando si studia Storia, è mettere in ordine temporale gli avvenimenti che si sono succeduti nel corso degli anni. Popoli, imperi e grandi conquiste dell’uomo che alle volte fatichiamo a collocare al giusto posto sulla linea del tempo.

Abbiamo deciso di comprare il libro La storia siamo noi di Y. Pommaux e C. Ylla Somers perchè è un albo illustrato che racconta i principali avvenimenti del nostro passato in ordine temporale. Un lungo viaggio dai primi uomini fino ai nostri giorni, raccontato con illustrazioni curate e dettagliate.

Un libro che riesce a rispondere alle tante domande che un bambino si pone nel momento in cui si interfaccia con lo studio della Storia dell’umanità, ma sopratutto pone il lettore di fronte ad una prospettiva più ampia, guarda infatti in mondo intero più che una singola nazione.

Un libro da consultare nel corso degli anni!

Di segni e Di scritture

Un altro libro che non può mancare nella libreria di un homeschooler è “Di segni e Di scritture” di Henny Boccianti. Un racconto da leggere con i propri bambini sulla storia della scrittura, un libro semplice ma chiarissimo da consultare periodicamente, da guardare quando si ha voglia, da studiare per imparare sul viaggio che l’uomo ha fatto tra geroglifici e alfabeti.

Il libro racconta di un viaggio che fanno due bambini, Carolina e Giovanni di 6 e 12 anni, con la zia Alice nel mondo della scrittura. Insieme i tre protagonisti ripercorreranno le diverse tappe fondamentali nella storia dell’uomo: dalla scrittura cuneiforme dei sumeri, agli ideogrammi cinesi, senza tralasciare i ben noti geroglifici egizi ma parlando anche dei glifi degli atzechi fino all’alfabeto fenicio.

Un libro che parla della scrittura nella sua totalità, in modo divertente e curioso, ma anche con chiarezza e precisione. Per esempio ho apprezzato molto che si parli anche dei supporti per la scrittura (tavolette, rotoli, carta ecc), degli strumenti usati per scrivere (stilo, calamaio, pennello, matita, biro ecc) ma anche di chi si occupava di scrivere (scriba, amanuense, copista ecc) e dei tipi di scrittura.

Ho trovato utile l’appendice del libro, in cui vi è una linea del tempo della scrittura e una cartina di come si scrive oggi nel mondo, con la diffusione dei vari tipi di scrittura ai nostri giorni. Molto interessanti sono anche i laboratori suggeriti, semplici e facili da realizzare a casa con i bambini.

Ci sono libri che sono tuoi, senza averli ancora. A questo servono gli spazi vuoti nella libreria, posti prenotati a tua insaputa.
(orporick, Twitter)

Voi con cosa riempireste gli spazi vuoti della libreria di un giovane homeschooler?

 

       

 

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *