Autunno,  Libri,  Stagioni

L’albero di Iela Mari per parlare delle stagioni ai bambini

Abbiamo assaporato l’autunno sulla pelle, facendo nostri i colori e gli odori di questa bellissima stagione. Sono certa che mio figlio, anche se piccolo abbia capito il cambiamento che vi è stato intorno a lui.

Questo non ci basta, abbiamo anche parlato dell’autunno anche attraverso un libro, e per questo mi sono affidata al noto albo illustrato l’Albero di Iela Mari.
Un silent book che senza una sola parola e con unicamente il potere delle immagini riesce a raccontare il susseguirsi delle stagioni.

La storia di un albero: un’idea semplice e originale che letta insieme ai propri figli si arricchisce di particolati sempre nuovi. QuantE curiosità da raccontare al nostro bambino, quante storie da inventare grazie ai simpatici protagonisti della favola illustrata: un simpatico scoiattolo e una famiglia di uccellini.

Noi ci siamo soffermati sulle foglie perchè Piccolo è seriamente preoccupato per la loro caduta! Gli alberi sono praticamente nudi (compreso l’albero di fronte casa nostra) e questo non gli piace tanto.

Dalle immagini però una speranza, in primavera pian piano le foglie torneranno, e cresceranno fino a diventare splendenti come prima.

parlare primavera bambini piccoli

Un ciclo eterno che ricomincia; oggi il mio piccolo ometto non può capire, ma questo libro resta con noi e io sarò li a raccontarglielo ancora.

Visto che ho un debole per i lavori manuali, ho proposto una semplice attività che consiste nell’incollare le foglie cadute del nostro albero.

 Per realizzare la prima parte dell’albero delle stagioni occorrono:

  • una sagoma di tronco con rami (io ne ho ritagliato quattro uguali, che userò per le varie stagioni)
  • Tante piccole foglie in carta crepla

Mio figlio in questo periodo si diverte a usare la colla, così il nostro pomeriggio è volato via tra dita incollate e foglie sparse un pò ovunque….ma almeno ci siamo divertiti e abbiamo imparato unaparola nuova: Autunno!

 

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *