Lombardia,  Musei per bambini,  Viaggi

La valle delle cartiere di Toscolano Maderno

Ad oggi in Italia un museo su tre è ancora chiuso, e quelli che hanno riaperto lo hanno fatto con grande fatica e coraggio. La cultura in generale sta pagando un caro prezzo per il lock down, noi cosa possiamo fare?

Stendhal, il famoso scrittore francese disse: “Bisognerebbe stabilire di andare al museo un giorno sì e uno no: si abituerebbe l’anima a sentire la bellezza”

Io adoro i musei e, ritengo che soprattutto per gli homeschoolers siano una preziosa fonte per poter imparare in modo sereno. Se poi in un museo si ha la fortuna di incontrare professionisti, che amano il loro lavoro e riescono a coinvolgere i loro ascoltatori, allora la magia è fatta.

Valle delle cartiere sul lago di Garda

Oggi voglio parlarvi di un eco museo a cielo aperto che abbiamo visitato vicino Salò, una valle incantata che nasconde un prezioso segreto: il museo della carta di Toscolano Maderno e la valle della cartiere.

La valle delle cartiere

A Toscolano Maderno in provincia di Brescia, in una valle nascosta che si tuffa sul lago di Garda c’è la valle delle Cartiere: un’area naturalistica suggestiva che ha una lunga storia da raccontare. Dal Medioevo, questo tratto del fiume ospitò circa 40 cartiere che producevano carta per i nobili italiani.

Museo della carta sul lago di Garda

Grazie al grande flusso del fiume Toscolano, all’epoca si realizzarono diversi mulini che con alla forza idraulica dell’acqua azionavano le macchine necessarie alla produzione della carta.

Oggi la valle delle cartiere è uno tra i siti archeologici più importanti del nord Italia, molti scavi sono ancora attivi nella speranza di poter ritrovare reperti che raccontino la storia di questa terra.

Oltre che un sito archeologico di notevole spessore, tutta quest’area può considerarsi un museo all’aria aperta oltre che una piacevole escursione nel verde del lago di Garda. La valle si raggiunge facilmente e l’escursione è adatta anche a bambini piccoli, il tragitto si sviluppa in un bosco e lungo il cammino si possono ammirare antichi ruderi di cartiere.

Come si produce un foglio di carta, spiegare ai bambini
nor

A circa metà del percorso è possibile visitare una cartiera in perfetto stato e visitabile, il Museo della Carta di Toscolano.

Il museo della carta di Toscolano

Incorniciato da un’ambiente naturale di straordinaria bellezza, più o meno al centro della valle delle Cartiere si trova il museo della carta di Toscolano.

Il museo della carta racconta ai suoi visitatori come si fabbricava la carta tanto tempo fa. Ogni singolo foglio era realizzato con cura e richiedeva un lungo processo di lavorazione.

la carta viene dagli stracci? La storia della carta

Nella prima sala del museo si trova in esposizione la materia prima: gli stracci di fibra naturale come lino, canapa o cotone. Questi stracci venivano tagliati e messi a macerare in grandi vasche di pietra e, alcune di queste sono ancora visibili.

I tessuti dopo giorni di macerazione si trasformano in poltiglia e solo allora, il mastro cartaio produceva ogni singolo foglio usando un’apposita forma completa di filigrana. Dopo questa prima fase, i fogli venivano asciugati, e cosparsi con la colla animale per permettere all’inchiostro di scivolare senza macchiare. Infine ogni foglio veniva lisciato uno ad uno.

Abbiamo osservato la nostra guida creare dalla poltiglia un foglio davanti ai nostri occhi. Ci ha raccontato le varie fasi della lavorazione, mostrandoci i macchinari chiamati in causa. Fare un foglio di carta era un processo lungo che richiedeva la manodopera di tante persone, così in queste cartiere lavoravano intere famiglie, uomini donne e anche bambini.

Un museo dedicato alla storia della tipografia

Per concludere il percorso, in esposizione un’area dedicata alla storia della tipografia fino ai tempi moderni. I bambini si sono divertiti un mondo nello scoprire come si è passati dalla penna ai moderni sistema di stampa digitali!

Il museo della carta è molto curato e con molti percorsi didattici dedicati ai bambini. Un’idea originale per una gita in famiglia per trascorrere del tempo in natura in una valle suggestiva e allo stesso per conoscere il processo produttivo di un semplice foglio di carta!

Per informazioni e contatti vi consigliamo di rivolgervi al sito istituzionale www.valledellecartiere.it

Dove dormire sul lago di Garda con i bambini

Per il nostro soggiorno sul lago di Garda, abbiamo scelto un camping che si affaccia direttamente sul lago, il camping Europa Silvella.

Il campeggio offre diverse tipologie di abitazioni, oltre che piazzole per camper e tende. E’ ideale per famiglie con bambini e il nostro soggiorno è stato davvero perfetto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *