Ecologia,  Il mondo dei rettili,  Il mondo marino,  Libri,  Natura,  Pesaro,  Scienze

Fondazione Cetacea a Riccione e il mondo delle tartarughe

Oggi più che mai è importante sensibilizzare i bambini sulle tematiche relative l’ambiente e aiutarli a sviluppare una coscienza ecologica che li aiuti a difendere la natura. Per rispettare però bisogna prima conoscere e apprezzare!

Per questo che è importante come genitori, aiutare i nostri bambini a guardare con attenzione la bellezza del mondo intorno a noi.

In estate è facile coinvolgere i bambini nell’osservazione del mondo marino, se poi vivete al mare come noi, tutto diventa più facile. Una delle protagoniste del mondo marino è la tartaruga, uno tra gli animali acquatici più amati dai bambini. Entrambi i miei figli ne sono sempre stati affascinati e quindi abbiamo deciso di conoscerle più da vicino grazie a Fondazione Cetacea.

Oggi vi vogliamo raccontare le esperienze che abbiamo vissuto grazie a questa associazione no profit impegnata nel difendere il nostro pianeta!

Fondazione Cetacea a Riccione (RN)

Fondazione Cetacea si trova a Riccione (RN) ed è una Onlus senza scopo di lucro che dal 1988 si occupa di divulgazione e formazione. Nello specifico è un team composto da biologi, veterinari, naturalisti e volontari che sono attivi nel soccorso degli animali in difficoltà, soprattutto tartarughe marine e cetacei.

Fondazione Cetacea a Riccione con i bambini
Enzo a Fondazione Cetacea

A Riccione, in provincia di Rimini, la fondazione gestisce un centro per la cura e la riabilitazione delle tartarughe marine. Questo centro accoglie volentieri i bambini curiosi e le loro famiglie, sono attivi infatti diversi progetti educativi sulla salvaguardia del mare rivolti a bambini di ogni età.

Abbiamo visitato la sede di Fondazione Cetacea a Riccione insieme ai nostri amici, e ad accoglierci c’era una biologa che ci ha parlato del mondo marino e della vita che caratterizza proprio le nostre coste.

Visite guidate a Fondazione Cetacea a Riccione
Mascella e denti di Squalo

Abbiamo apprezzato tantissimo la cura e l’attenzione rivolta ai piccoli. I professionisti presenti dopo aver spiegato molte caratteristiche delle tartarughe, hanno mostrato ai bambini modelli tridimensionali con i loro organi interni.

E’ stato incredibile inoltre, poter vedere da vicino altri reperti come i filamenti che caratterizzano l’esofago di una tartaruga. Abbiamo anche toccato la mascella di uno squalo, completa di denti affilatissimi e sentito la ruvidezza della pelle di questo predatore dei mari. I bambini inoltre sono rimasti sopresi nel vedere da vicino il teschio di un delfino e i fanoni o denti di una grande balena.

Progetti didattici biologia marina Pesaro bambini
Fanoni o denti di una balena

E’ sorprendente imparare in questo modo, quanta passione ed entusiasmo trasmettono coloro che ogni giorno cercano di difendere il mare e i suoi abitanti!

La parte più emozionante è stata poter ammirare le grandi tartarughe in cura all’interno dell’ospedale. C’erano tartarughe di diverse dimensioni, e tra le tante una in particolare ha attratto la nostra attenzione. Si tratta di Enzo una caretta caretta che ha rischiato di morire per soffocamento perché impigliata in una rete dei pescatori. Enzo è in via di guarigione e presto potrà tornare in libertà.

biologa marina a Pesaro con i bambini Fondazione Cetacea Riccione
Pelle di uno squalo

I bambini ascoltavano attenti i racconti delle tartarughe salvate, mentre sotto i nostri occhi avevamo  alcune nursery in cui nuotavano allegramente le piccole tartarughe. Una mattinata tra mamme e bambini si è trasformata in un momento di educazione ambientale per grandi e piccini.

Fondazione Cetacea a Pesaro

Da pochi anni, Fondazione Cetacea è presente anche a Pesaro, nella nostra città. E’ stata infatti inaugurata una caletta in cui si trovano le tartarughe in via di guarigione: uno spazio calmo in cui i rettili possono esercitarsi prima del ritorno definitivo in mare aperto.

visitare biologo caletta tartarughe in baia Flaminia Pesaro

Questa caletta si trova in Baia Flaminia ed è presidiata da un team di esperti che ogni giorno si preoccupa di verificare le condizioni della tartaruga.

La biologa Carlotta Santolini ci ha accompagnato in visita alla sede di Pesaro. E’ qui che abbiamo conosciuto Paolo, una tartaruga ospite della caletta che a tratti emergeva dall’acqua vispo e arzillo! Ora, mentre scrivo l’articolo, Paolo è libero nell’Adriatico, è stato liberato dopo due giorni dalla nostra visita. Nella caletta attualmente è ospite una tartaruga cieca, destinata a un parco acquatico ma grazie a Fondazione Cetacea tornerà presto libera.

Adottare una tartaruga

Cosa possiamo fare di pratico per aiutare Fondazione Cetacea? Noi abbiamo scelto di adottare una tartaruga. I miei figli e i loro amici, hanno deciso di devolvere una somma per aiutare Enzo a tornare in mare.

Enzo è in cura a Riccione e tornerà libero di nuotare entro l’autunno. I bambini assisteranno al rilascio e sono certa che questa esperienza resterà profondamente impressa nel loro animo.

adottare una tartaruga marina Fondazione Cetacea Riccione

Volete anche voi adottare una tartaruga? Ecco il sito di riferimento www.fondazionecetacea.org con tutti i dettagli per poter aiutare un rettile marino a tornare nel suo mare.

Una piccola grande tartaruga di Nicholas Davies

A casa abbiamo continuato a parlare di tartarughe con un bellissimo audio libro, Una piccola grande Tartaruga di Nicolas Davies.

recensione Una piccola grande tartaruga di Nicholas Davies

E’ un albo illustrato che grazie alle sue immagini suggestive, ci fa vivere il lungo viaggio che le tartarughe fanno dal momento in cui nascono. Una piccola tartaruga, appena uscita da un uovo, si accinge ad affrontare il mare maestoso e imponente, spesso pericoloso e senza vie di fuga. Un viaggio meraviglioso, a tratti difficile, che porteranno la piccola tartaruga a seguire le orme delle sue antenate e a tornare alla spiaggia in cui è nata dopo molti e molti anni.

Una storia che parla ai bambini dei cicli della vita e del magico equilibrio che collega tutti gli esseri umani fra di loro.

idee didattiche creative tartarughe marine

Il progetto dedicato al mare ci ha permesso di conoscere persone meravigliose, e chissà cos’altro ci riserva.

6 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.