Homeschooling e lo studio delle montagne

Il programma ministeriale per classe terza e quarta della scuola primaria prevede lo studio dei paesaggi naturali e della morfologia del territorio italiano, noi abbiamo iniziato studiando le montagne!

Per le vacanze estive abbiamo scelto la Valle d'Aosta perchè volevamo visitare una regione che conoscevamo poco, ma non nego che è stato un ottimo stimolo didattico in vista di quanto dovevamo studiare.
Siamo saliti sul Monte Bianco e siamo rimasti senza parole di fronte allo scorcio delle Alpi che si è presentato ai nostri occhi da un'altezza di 3460mt. 
Siamo anche entrati dentro una montagna grazie alla visita della miniera d'oro di Brusson e abbiamo osservato e toccato la roccia granitica tipica della catena montuosa delle Alpi.

studiare Alpi e Apppennini

Gli Appennini invece sono un'ambiente a noi più familiare visto che, in un modo o nell'altro ci capita spesso di attraversare l'Italia. Dopo però aver studiato anche questa catena montuosa, non vi nego che hanno assunto una nuova luce ai nostri occhi. Abbiamo ad esempio scoperto che il tipo di roccia che caratterizza questa catena montuosa, una roccia calcarea è più malleabile rispetta a quella delle Alpi.
Questo potrebbe spiegare la minore altitudine, ma anche la forma più dolce e arrotondata tipica dell'Appennino.

studiare le rocce bambini

Le Alpi e gli Appennini, quindi sono catene montuose molto diverse tra di loro. Vi è differenza anche per quanto riguarda l'altitudine, se la vetta più alta delle Alpi è il Monte Bianco 4810 mt, per gli Appennini è il Gran Sasso 2912 mt, e questo incide enormemente ad esempio sui colori, essendo più bassi infatti i monti appenninici sono caratterizzati da grandi boschi.
Interessante anche la differenza a livello di fauna!

studiare le catene montuose bambini

Poco più di un mese fa eravamo al Monte Bianco, e abbiamo ammirato le Alpi questa imponente catena montuosa le cui cime si stagliano verso il cielo e ora siamo qui, tra gli appennini. Intorno a noi un panorama completamente diverso, le montagne sono morbide e colorate di un verde intenso della fitta vegetazione. La stessa roccia ha un colore più vivo, ed è infatti molto più friabile rispetto alla roccia granitica delle Alpi.
La differenza è evidente, netta....ma la meraviglia e lo stupore di fronte alla natura lo stesso.

Grazie all'osservazione diretta e alle guide ambientali che abbiamo incontrato strada facendo, la conoscenza che avevamo delle nostre montagne si è arricchita sempre di più in modo semplice, giocoso e piacevole.

Se lo studio della geografia on the road è quella che preferiamo, questa volta abbiamo deciso di creare un minilibro che riassumesse le caratteristiche principali dell'ambiente alpino italiano.
Come base abbiamo utilizzato il materiale proposto da Mamma Elly del blog Studiamando liberamente, un lavoro dettagliato e completo nei minimi particolari.

A questo abbiamo aggiunto delle schede, che spero possano aiutare mio figlio a memorizzare quanto appreso strada facendo!

bambini e le vette italiane

homeschooling e divertimento
 
homeschooling e geografia
 
Montagne italiane e homeschooling

La cosa più buffa è che ultimamente proprio la montagna è diventato uno dei nostri argomenti di conversazione, la flora, la fauna, il tipo di roccia, il ciclo dell'acqua. Ne parliamo in famiglia come se tutto fosse una nuova scoperta, nozioni acquisite anni fa ora pare prendano forma e nuovo valore ai nostri occhi.

I nostri figli ci ascoltano dibattere e farci domande su questi colossi che sono da sempre parte del paesaggio italiano come se fosse la prima volta che li osserviamo davvero.

Mi chiedo quindi, se è per questo motivo che quando si ha un figlio che si avvale dell'educazione parentale, a definirsi homeschooler spesso è tutta la famiglia e non solo il bambino.
Voi genitori di piccoli homeschooler cosa ne pensate?

Commenti

  1. Che meraviglia! Bellissimo lavoro!
    Mi piace tantissimo la vostra mappa-collage: semplice ma super-efficace, oltre che bella esteticamente.
    Grazie per aver citato anche me: lietissima di aver fornito alcuni spunti.
    Quanto al discorso di base, cioè sulla famiglia tutta home-schooler, sì, anche da noi funziona così!
    In questo momento, ad esempio la passione per gli squali del piccolo di casa ha pervaso un po' tutti, che ci troviamo a discorrere di specie e dettagli anatomici anche senza apparente motivo. Il mio novenne, d'altra parte, ieri giocava dicendo: "Edizione straordinaria! Notiziona!!! Don Rodrigo ha preso la peste!"... aveva appena sentito me e la sorella leggere (in automobile) un passo de "I Promessi sposi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mamma Elly, dal tuo blog ho sempre tratto molto spunti, grazie mille perchè trasmetti "voglia di fare" e dopotutto se riesci tu a fare homeschooling con tutti i tuoi bimbi...
      Deve essere meraviglioso assistere alle voltre conversazioni, del resto con età, programmi e gusti così diversi, non dovreste annoiarvi mai!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!
La luna di carta