Classe terza,  Homeschooling,  Italiano

Le regole grammaticali e l’incubo delle doppie

Come prosegue il nostro homeschooling? Devo ammettere che Grande ha fatto un enorme progresso nella scrittura in poco tempo; vi avevo raccontato delle sue difficoltà ortografiche tipiche dei bambini di questa età eppure piano piano sta iniziando a scrivere con sempre meno errori grammaticali!

In questo periodo di tempo, ho creato per lui delle card sulle regole ortografiche, che vi metto a disposizione nel formato pdf. Insieme all’alfabetario da tavolo, le abbiamo trovate molto utili.

Ma come va con le doppie?

Devo ammettere che nel nostro caso insistere sullo studio delle singole regole non portava risultati, mio figlio riusciva a spiegare bene una nuova regola grammaticale oppure a svolgere degli esercizi specifici, tuttavia quando poi scriveva non le applicava, sembrava gli scivolassero di dosso.

Le difficoltà maggiori? Le doppie. Capire quando una sillaba raddoppia è davvero difficile, io ho cercato di aiutarlo facendogli notare come una parola può cambiare di significato se ci dimentichiamo di ripetere due volte una sillaba. Ho cercato frasi divertenti e abbiamo riso molto….questo lo ha aiutato.

Molto utile inoltre è stato anche pronunciare da parte mia con maggiore attenzione le parole, perchè la doppia non è altro che un suono continuato, più lungo.

Scrivere scrivere e scrivere

Visto che lo studio delle sole regole non funzionava l’ho incoraggiato a scrivere, ed effettivamante i risultati ci sono stati, piano piano ha imparato a correggersi da solo.

Cosa scriviamo visto che siamo homeschooler?

Innanzitutto ci vengono sempre in aiuto i nostri lapbook e minibook tematici.
A Grande poi è piaciuta l’idea di iniziare due corrispondenze epistolari con amici che sono andati a vivere lontano. Ma non solo, visto quello che è successo qui da noi nelle marche, abbiamo anche deciso di scrivere ad alcuni bambini che vivevano nelle zone maggiormente colpite dal terremoto. E’ stata una bellissima esperienza per tutta la famiglia, e ora ha due nuove corrispondenze con dei bambini che spero presto conosceremo.

Ultimamente poi ci siamo dedicati alla lettura dei libri di Leo Lionni in vista della prossima Mostra del Libro di Colbordolo, quindi con Grande abbiamo deciso di scrivere delle recensioni dei libri di questo autore. Le sue recensioni le pubblico nel blog nella sezione “I libri di Christian“.

Devo dire che proprio scrivendo abbiamo visto un notevole cambiamento, giorno dopo giorno, sia nel comporre frasi con un senso logico, sia nella cura ortografica del testo.


Questo non vuol dire che gli errori siano spariti, ma si sono notevolmente ridotti e sono sicura che con il tempo, coltivando la passione per la lettura e affiancando un regole esercizio di scrittura si correggerà senza eccessivi sforzi.

Trucchi per incoraggiare a scrivere

Molto utili sono stati anche due nuovi regali che abbiamo fatto a nostro figlio, innanzitutto un vocabolario tutto suo e adatto per i bambini, abbiamo scelto “Il nuovo Devoto-Oli Junior” e ci siamo trovati benissimo. Ma grande meraviglia ha riscosso la penna stilografica: sicuramente non è una penna comoda in quanto il pennino deve essere posizionato correttamente, tuttavia ha sul bambino un forte incentivo a scrivere meglio, e a curare la “bella calligrafia” (!!)

I bambini crescono e crescendo maturano naturalmente anche nella scrittura e nella lettura. Come genitori occorre fornire i giusti stimoli al miglioramento e gli strumenti necessari per poter lavorare sui propri punti deboli.
Gli errore che commettono sono parte di loro, li aiuteranno a crescere e migliorarsi e noi siamo li testimoni di un grande cambiamento.

4 commenti

  • Lun@ di Carta

    Racconto la nostra esperienza sperando possa essere utile ad altri!! E' vero comunque all'inizio i bambini scrivono velocemente, il mio non troncava le parole, ma scriveva sempre tutto d'un fiato e quindi tutto attaccato (che periodo!!!) e io che avevo paura che non si correggesse. Piano piano tutto si sistema….

  • la luna di carta

    Ho scritto questo post un anno fa…e posso assicurarti che mio figlio è migliorato notevolmente, senza stressarci su regole grammaticali e scrivendo quando basta regolarmente. Si tratta di un processo di interiorizzazione meraviglioso, lento ma graduale e io sono felice di questo ennesimo miracolo dell'homeschooling!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *