Marche,  Musei per bambini,  Viaggi

Il museo Federico II a Jesi (AN)

Federico II di Svevia è stato uno dei personaggi più discussi della storia d’Italia. Abile politico, amante della cultura e grande studioso visse in un periodo difficile, il Medioevo ma contribuì a gettare le basi per l’imminente rinascita dell’uomo.

A lui e alla sua stupefacente storia è dedicato il museo che si trova a Jesi (AN) nella piazza in cui si presume lui nacque il 26 dicembre 1194 da Enrico VI di Svevia e Costanza d’Altavilla mentre erano in viaggio diretti al sud. Vi raccontiamo la nostra visita la museo multimediale di Jesi nella città anconetana.

visitare il museo stupur mundi a Jesi con i bambini

Parlare di Federico II di Svevia ai bambini

Federico II fu uno dei più grandi sovrani del Medioevo e nacque proprio nella città di Jesi. Sua madre partorì il giovane Federico quando aveva circa quarant’anni: considerata l’età avanzata per l’epoca ci fu un certo scetticismo sulla sua gravidanza e fu per questo motivo che quando nacque il bambino fu allestito un grande baldacchino nella piazza di Jesi, e la donna partorì pubblicamente.

Un inizio molto discusso per il futuro imperatore, uomo dal grande valore che fu addirittura definito STUPUR MUNDI (stupore del mondo) per la sua grande vivacità intellettuale. Effettivamente Federico II parlava sei lingue e amava circondarsi di grandi intellettuali, come poeti, scienziati, filosofi e letterati. Pensate che fu proprio lui a fondare a Napoli la prima università statale del mondo occidentale! Credeva talmente tanto nel potere della cultura che, fondò tantissime scuole nel suo regno attingendo al suo patrimonio personale.

visitare il museo federico II  ajesi con i bambini

Dal punto di vista politico, Federico II fu un abile stratega e quando poteva ricercava la pace. Il suo governo fu forte e ben accentrato, e amministrato da abili funzionari. Molti dei principi secondo cui governava si trovano nelle “costituzioni melfitane” leggi che emanò nel 1231 a Melfi, e che furono molto innovative considerato l’epoca in cui furono scritte.

Un grande uomo, con una mente aperta che lo portò a interrogarsi su molti aspetti della cultura umana. Ci sarebbe davvero tanto da dire su di lui, ma la cosa che più mi tutte mi ha colpito è che il suo nome è associato alla nascita della letteratura in Italia. Fu Federico II a fondare in Sicilia la Scuola Poetica Siciliana, in cui troviamo i primi esempi di poesia volgare italiano. Il tema dominante della poesia di questa corrente letteraria era l’amore, tema che poi divenne predominante per tutto il basso Medioevo.

Federico II: un museo multimediale a Jesi

Il museo multimediale dedicato a Federico II nella sua città natale a Jesi è meraviglioso! E’ incredibile quanto si possa imparare in un museo su personaggi influenti, che magari nei libri di storia sono trattati in modo veloce e superficiale.

Cosa vedere a Jesi con i bambini

Il museo Federico II è di concezione moderna, multimediale e ricco di effetti tecnologici: ideale per coinvolgere i nostri giovani.

L’esposizione si trova a Jesi nel famoso palazzo Ghislieri, nella piazza principale. Sedici sale tematiche raccontano la vita di Federico II sin dalla sua nascita, un’esperienza multisensoriale unica nel suo genere per rievocare la vita e le opere del grande imperatore.

Nella prima sala, viene si comincia dalla nascita di Federico e, ho scoperto che fu lui stesso a riconoscere nella città di Jesi, i suoi natali e a conferire alla città natale il titolo di “Città Régia”. Coinvolgente la narrazione della sua storia fino a quando diventò Imperatore, Re di Germania e di Sicilia e Imperatore del Sacro Romano Impero.

Visitare jesi con i bambini federico II

E’ possibile visitare il museo accompagnati da una voce amica, le audioguide sono date in dotazione all’ingresso e vi accompagneranno per tutto il tragitto. Adoro i musei che offrono questi servizi e hanno attenzionI di questo genere, perché visitare una polo museale con una guida fa davvero la differenza.

Perché visitare un museo in estate con i bambini? Innanzitutto i musei moderni sono dotati di aria condizionata, quindi è un modo per restare al fresco durante le calde giornate estive! Inoltre i bambini e i ragazzi in estate sono più rilassanti e pronti a ricevere nuovi stimoli. Nel nostro caso specifico eravamo in vacanza nel Centro Vacanze De Angelis, e il museo ha arricchito le nostre giornate in relax.

Siamo tornati in villaggio entusiasti dei racconti e delle curiosità che abbiamo appreso su Federico II, abbiamo pranzato e poi siamo tornati a tuffarci nelle meravigliose piscine con scivoli del nostro resort. Si a noi piace decisamente visitare musei anche in estate.

Dove dormire con i bambini nella riviera del Conero

Adoro la riviera del Conero e, non è la prima volta che decidiamo di passare le nostre vacanze in questo angolo delle Marche. Anche questa volta abbiamo deciso di tornare al Centro Vacanze De Angelis, un resort per famiglie che si affaccia sul mare di Numana.

Dove dormire a Jesi con i bambini

Trovo che questo villaggio per famiglie sia ideale per rilassarsi ma anche per far divertire i bambini tra parchi e piscine. Inoltre è la location ideale per visitare una delle parti più belle delle Marche! In questo nostro ultimo soggiorno siamo partiti alla scoperta della città di Jesi, una cittadina molto caratteristica, racchiusa come in un grande abbraccio dalle sue mura. Dovete sapere che la città ha origini medioevali e le sue mura sono tra le meglio conservate nelle Marche.

Adoro le Marche, ma lo sapete che sono di parte dato che vivo proprio in questa regione e non finirei mai di parlarvene!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.