Marche,  Medioevo,  Parchi tematici

Al Teatro dell’Aria con i bambini

Una tra le domande che più spesso mi viene fatta è come coinvolgere i ragazzi nello studio? E’ un dilemma che accomuna molti genitori. La verità è che i giovani non possono capire l’importanza di studiare, perché per loro il futuro è lontano. Non riescono a capire che quello che fanno oggi, ha implicazioni profonde e durature nella loro vita.

Senza quindi perdersi in grandi discorsi sul futuro, cerchiamo di rendere lo studio piacevole e pratico oggi. Stimoliamoli cercando di rendere gli argomenti che trattiamo interessanti e facendo leva sulla naturale curiosità che hanno.

Oggi vorrei raccontarvi della nostra visita al parco naturale Il Teatro dell’Aria, un centro di Falconeria di prestigio che ci ha affascinato oltremodo e ci ha richiamato alla mente tutto quello che abbiamo studiato sul Medioevo. Del resto questo epoca, considerata da molti “buia” ci aveva affascinato tra film, documentari, visite ai musei e aveva coinvolto tutta la famiglia!

Al teatro dell'aria a gradara con i bambini

La storia per noi è qualcosa che va oltre lo studio didattico, perché ci avviciniamo alle epoche lontane con curiosità e voglia di sapere. Chiaro che visto in questo modo, date e nomi restano in secondo piano anche se, importanti. Amiamo studiare utilizzando l’intelligenza emozionale, che chiama in causa emozioni che influenzano in modo positivo l’apprendimento, e che puntano a fissare nel nostro animo profondi insegnamenti.

Ora vi raccontiamo del parco naturale il Teatro dell’Aria e di come, grazie alla Falconeria abbiamo parlato del Medioevo e di quello che avevamo imparato su quest’epoca misteriosa!

Al Teatro dell’aria con i bambini

Il Teatro dell’Aria è un parco di educazione ambientale che si trova a Gradara, a pochi passi dal famoso castello medievale! Il parco mira ad avvicinare con rispetto le persone al mondo dei rapaci e della Falconeria in generale.

Falconeria nelle Marche al Teatro dell'Aria

Adoro il mondo della Falconeria, trovo gli spettacoli così mistici e affascinanti. Del resto è un arte antica che nel 2010 è stata riconosciuta come Patrimonio Unesco dell’umanità; una vera e propria tecnica di caccia che in Italia vede il suo massimo esponente nell’Imperatore del Sacro Romano Impero Federico II . Fu proprio Federico che scrisse uno dei migliori manuali di Falconeria ancora oggi in circolazione, parliamo del De Arte Venandi cum Avibus.

Oggi la falconeria non è più considerata un’arte di caccia, ma il rapporto tra rapace e l’uomo è ancora alla base di questa arte che affascina sempre più persone. Ricordiamo che i rapaci sono animali selvatici e quindi per costruire un rapporto di fiducia e rispetto reciproco ci vogliono conoscenza, studio e tempo.

Corsi di falconeria per bambini

Al Teatro dell’aria, nella meravigliosa cornice medievale del castello di Gradara è possibile assistere a uno degli spettacoli di Falconeria più emozionanti che abbia mai visto. Sempre all’interno del parco si possono vedere da vicino tantissimi rapaci come barbagianni, gufi, aquile e avvoltoi.

E’ nello spettacolo che però il rapporto tra uomo e animale viene fuori in maniera forte. I rapaci sono davvero incredibile, possenti e maestosi, sono i padroni del cielo!

Il fondatore del parco è Massimo Lanatà, che spinto da passione e tanta voglia di condividere, continua a portare avanti importanti progetti legati al mondo dei rapaci e della falconeria. Durante lo spettacolo è così possibile ascoltare la sua lunga storia da falconiere, e scoprire molte nozioni sul mondo dei rapaci, nate dalla sua esperienza e dall’attenta osservazione.

Massimo Lanatà falconiere gradara

Falconeria e Medioevo

Quando si parla di Medioevo, non si può non parlare dei famosi castelli medievali, degli imperatori che hanno cambiato il mondo come Federico II e anche della Falconeria. Il medioevo è stata un’epoca incredibile, criticata da molti, ma in realtà racchiude tutte le basi per la nascita del sapere umano.

Volete affrontare il periodo con i vostri figli in modo più originale? Iniziare proprio con la Falconeria potrebbe essere un’idea! Ecco inoltre altre risorse per rendere l’apprendimento un momento appassionante e a tratti creativo.

gufi e barbagianni al parco dei rapaci a Gradara

Cerchiamo modi e argomenti per stimolare i nostri figli al ragionamento, perché ricordiamo che

il motivo che deve essere alla base dello studio non è tanto acquisire pure nozioni ma arricchirsi dal punto di vista umano, stimolare al pensiero critico e instillare valori che li possano aiutare a vivere la vita senza condizionamenti, nel pieno rispetto di se e degli altri.

Noi comunque abbiamo scoperto la falconeria e, visto che piace tantissimo ai miei ragazzi, penso che approfondiremo con dei corsi che il parco periodicamente organizza con adulti e bambini curiosi di conoscere il mondo dei rapaci.

Per maggiori informazioni sul parco dei rapaci il Teatro dell’Aria a Gradara potete visitare il loro sito ufficiale www.ilteatrodell’aria.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.