Liberi di imparare: parliamo di socializzazione

La socializzazione è un processo lento e graduale, diverso da persona a persona. E' la piena consapevolezza della propria identità che, ci permetterà di gestire i nostri rapporti interpersonali con chi ci sta intorno.

socializzazione e scuola

Una tra le prime domande che ogni persona che conosce l'homeschooling si fa è: come farà il bambino a socializzare?

Interessante chiedersi: ma a scuola si socializza? E' vero che si passa molto tempo con persone coetanee, ma quanto si è veramente liberi di poter creare dei rapporti costruttivi con chi sta intorno?
E' una socializzazione forzata, non assolutamente autentica e non priva di rischi.

Sarebbe interessante inoltre anche chiedersi: il bambino è pronto? Ha la libertà necessaria per potersi esprimere e relazionarsi? Su cosa si basano i rapporti tra i coetanei? Vige la "legge del più forte"?
E' facile immaginare che non sempre il contesto scolastico offra i migliori presupposti per una socializzazione che sia sana e costruttiva.

Gli homeschooler invece, sono solitari e disadattati?
E' nella famiglia che si costruiscono i primi importanti legami, da cui si trae la forza per affrontare il mondo esterno con sicurezza e fiducia. Una mente che cresce nel rispetto e nella libertà, e gode della compagnia di altri senza forzature potrà imparare senza stress a gestire i propri rapporti sociali.
 

La nostra esperienza

Mio figlio ha quasi 10 anni e non è mai andato a scuola, eppure è un normalissimo bambino della sua età, che "socializza" ovunque e chiunque senza limiti di età. Entrambi i nostri bambini sono immersi nella società, vivono attivamente la routine quotidiana ma anche dei momenti di svago con amici e parenti. Una vita intensa che permette loro di vivere tante situazioni e incontrare persone differenti e uniche; questo ha permesso loro di arricchire enormemente il proprio bagaglio di vita.

homeschooling dove trovare amici

Una delle caratteristiche che mi ha colpito di mio figlio, è che sin da piccolo è stato in grado di relazionarsi con persone di ogni età senza timori. Scherza e sorride con un signore anziano, fa domande in modo rispettoso se incontriamo un vigile e gioco in modo tenero se incontriamo un bambino piccolo. Vedo lo stesso atteggiamento nel suo fratellino di due anni e mezzo, che nonostante la tenera età chiede da solo alla commessa dell' ipermercato di confezionargli un biscotto!
Entrambi si adattano alle circostanze, senza paure o ansie di qualsiasi genere.


Creare occasioni per socializzare in modo costruttivo

Molto importante è che i bambini frequentino comunque anche loro coetanei, per confrontarsi e interagire con chi come loro sta crescendo, e scoprendo il mondo.
Per questo può essere molto utile portare i bambini al parco o nei giardini pubblici. In estate approfittiamo dei lunghi pomeriggi al mare dove i bambini hanno molte opportunità di giocare e divertirsi all'aria aperta.

Invitiamo inoltre spesso amichetti a casa, organizziamo party pigiama, feste a tema ma anche semplici pomeriggi a fare biscotti o guardare un film insieme.
Molto utile è stato anche incoraggiare nostro figlio a fare sport di squadra, per sviluppare un buon spirito di gruppo.

domande sull'homeschooling

Molto importante però, è fare gruppo con altre famiglie con bambini. Come fare?
Quando abbiamo scelto l'educazione parentale, ci siamo circondati di famiglie che hanno a cuore i bisogni dei loro figli, e insieme ci siamo impegnati per organizzare pomeriggi in compagnia per giocare, parlare, raccontarsi e anche condividere vere e proprie esperienze didattiche.

Oggi abbiamo tanti cari amici, che hanno fatto scelto educative diverse dalla nostra, eppure credono nel rispetto e nella condivisione. Organizziamo molte uscite di gruppo tra genitori e figli, andiamo a visitare musei, mostre ma anche semplici passeggiate in natura o visite in fattoria didattiche.

Così mio figlio oggi è "un bambino sociale" anche senza andare a scuola, ha tanti amici e mille impegni tra cui districarsi!

Ora lascio a voi la parola, come socializzano i vostri bambini?
Cosa pensate della socializzazione dei bambini?


Hanno partecipato a questa conversazione...

Cuore a Quadretti
"ma preferisco pensare ai futuri uomini e donne, come a delle persone che hanno potuto crescere senza dover plasmarsi al gruppo, ma dando spazio alla loro originalità, che non hanno paura di giocare con giochi per piccoli se li divertono o a fingersi ciò che non sono per piacere al leader del gruppo" ...continua a leggere

Esperienze di homeschooler
"foto in cui è possibile scorgere, invece, la serenità e la gioia della condivisione di se stessi...
con i pari, con i bambini più piccoli e con quelli più grandi...
senza remore
senza aspettative
nella libertà"...continua a leggere

La scuola naturale
"se la socializzazione avviene automaticamente, la socialità è invece da coltivare, da incoraggiare e da proteggere, perché non basta stare nello stesso posto per lasciarsi andare e stare bene in mezzo agli altri.  Bisogna avere delle capacità interiori per saper fronteggiare le altre persone e imparare ad interagire con bontà e serenità.  Non è facile" ...continua a leggere

Mamma Elly di Studiamando Liberamente
"Cosa fanno gli home-schoolers quando vedono i loro amici?
Quello che fanno (o facevano) tutti gli altri: parlano, si confidano, ridono, giocano. Giochi all’aperto, giochi di movimento, giochi di società per tutte le età. Quello che, solitamente, gli amici home-schoolers non fanno è chiudersi in una stanza davanti ad una consolle (si chiamano ancora così?), e soprattutto, non parlano di scuola. Magari parlano di libri, di storia, scienze o matematica, ma di scuola no. Gli amici home-schoolers (o comunque gli home-schoolers con i loro amici anche scolarizzati ) non parlano male dei professori, non scimmiottano i bidelli, non ridono del compagno secchione o di quello introverso. Non parlano di voti, di interrogazioni o di compiti in classe. Gli amici home-scholers, anzi, condividono esperienze, se le raccontano, si aiutano e crescono insieme in una dimensione quasi sovra-temporale, dove quello che conta è davvero soltanto il volersi bene e la gioia distare insieme" ...continua a leggere

Mamme e Dintorni
"Quando provo ad immaginare la nostra ipotetica vita da homeschoolers mi chiedo se Edoardo, il maggiore, sarebbe in grado di sostenere una giornata trascorsa con me e con il fratellino dal momento  che chiede spesso la presenza di un amico a casa anche dopo diverse ore di scuola ma questo mi induce ad una riflessione: forse non cerca una semplice "compagnia", un coetaneo, ma un amico, magari quell'amico che in classe non vede, quello con il quale sente un' affinità particolare per carattere o per interessi ed allora trovo risposta ai miei dubbi! Forse a casa da scuola si sentirebbe "solo"come si sente spesso ora che frequenta il mondo scolastico." Il punto di vista di una mamma che non pratica l'homeschooling....continua a leggere


Grazie! Un libro che parla della socializzazione


Di socializzazione ne ha parlato anche:

Prove di pensiero libero
"...i nostri figli stando con noi,  hanno molte, moltissime occasioni  per confrontarsi con persone di età, estrazione, cultura, provenienza... diverse. Questo ci pare l'unico terreno possibile per imparare a stare davvero insieme agli altri, a comprenderne e ad accettarne le differenze." ....continua a leggere

Erika di Martino Controscuola
"...dobbiamo permettere ai nostri figli di partecipare alla nostra vita in tutte le sue sfaccettature, essi imparano attraverso i nostri gesti, le nostre parole. Interpelliamoli, chiediamo loro cosa ne pensano rispetto a ciò che accade in famiglia, nel vicinato, nel mondo. Creiamo un rapporto basato sul dialogo e la riflessione che valorizzi il pensiero critico. Apriamo le nostre vite e le nostre case agli altri." ....continua a leggere

Graziella De Giorgi
"Chi non va a scuola non viene rinchiuso in un luogo “fuori” dalla società, ma può crescere rimanendo all’interno della società." ...continua a leggere





Se volete partecipare con le vostre riflessioni, storie ed esperienze o anche libri su questo tema, nella pagina Liberi di imparare: parliamo di .... troverete informazioni su come farlo!


http://www.lalunadicarta.com/search/label/liberi%20di%20imparare







Commenti

  1. Ho scritto il mio post appena è possibile aggiungo anche il link, grazie per questa opportunità.

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!
La luna di carta